067005444 ore 9:30 - 13:00
3493856574 ore 9:30 - 18:00

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
A+ A A-

Cos'è il Piano Editoriale?

    Progettare e pianificare un Piano Editoriale può rivelarsi un compito poco semplice, tuttavia, sia si tratti della programmazione e della scrittura dei contenuti di un blog, sia dei post da condividere sui social, nulla può essere affidato al caso. Scopriamo dunque in questo articolo cos'è un Piano Editoriale e le regole per redigerlo.

    Il Piano Editoriale rappresenta una guida che ti indica cosa pubblicare online e quando pubblicarlo. Si tratta di una pianificazione che punta al raggiungimento di un obiettivo di business quantitativamente e qualitativamente misurabile.

    Perchè creare un Piano Editoriale?

    Attraverso la redazione di un Piano Editoriale è possibile gestire i contenuti in maniera produttiva ed efficace, ottimizzando i tempi di pubblicazione online. Un Piano Editoriale non deve seguire uno schema di programmazione rigido, ma deve prevedere, nel corso dei mesi, l'introduzione di modifiche in base ai riscontri ottenuti dai post pubblicati, alle necessità dei lettori e alle novità del settore di attività.

    Quali sono le principali linee guida da seguire?

    Per redigere un Piano Editoriale è importante seguire alcuni punti essenziali:

  • La scelta degli obiettivi: prima di pubblicare qualsiasi contenuto è necessario stabilire quali sono gli obiettivi che si desidera raggiungere. Devono essere obiettivi tangibili, per meglio definirli può essere utile suddividerli in categorie micro (obiettivi quadrimestrali) e macro (obiettivi annuali);
  • L'individuazione del/dei target: un contenuto non deve per forza incontrare i gusti di tutti i lettori, ma bisogna individuare il/i target di settore e scrivere contenuti utili e calibrati per quel tipo di audience;
  • La selezione dei contenuti: in questa fase bisogna definire gli argomenti legati al proprio business e le parole chiave che lo identificano per creare macro categorie in cui suddividere i contenuti. È inoltre importante stabilire lo stile di comunicazione (tone of voice) che si intende utilizzare;
  • La scelta della/delle piattaforma/e: è importante identificare il social più idoneo su cui condividere i propri contenuti, ricordando che ad ogni social appartiene una tipologia di contenuto e che non è obbligatorio essere presenti su tutte le piattaforme, ma su quella/le più idonea/e al proprio settore;
  • La calendarizzazione: nell'ultima fase si stabiliscono i giorni, gli orari e la frequenza di pubblicazione dei contenuti. Attraverso l'utilizzo degli Insights e di Google Analytics è possibile ipotizzare i giorni e gli orari più idonei per condividere i post. La frequenza di pubblicazione dovrebbe essere costante, tuttavia, al momento di decidere quanti contenuti pubblicare, è bene considerare come parametro anche la propria reale disponibilità di tempo.
    • Il Piano Editoriale è alla base di una Content Strategy di successo, perché permette di ottimizzare la pubblicazione dei contenuti e di monitorare la tipologia che sta ottenendo maggior successo, e quindi consente di mettere in pratica una strategia a lungo termine per attrarre, convertire e mantenere i clienti.

    Aggiungi commento


    Codice di sicurezza
    Aggiorna